Acquistando il biglietto
Indirizzo
Lange Voorhout 74
2514 EH Den Haag
T: 070-4277730
E: info@escherinhetpaleis.nl
Indietro

La mostra Escher

Sono oltre 120 le stampe presenti nella straordinaria collezione permanente di Escher a Palazzo, che espone le opere più conosciute di M.C. Escher (1898-1972) in un’ambientazione regale: l’ex palazzo d’inverno della regina madre Emma.

Scopri Maurits Cornelis Escher, un artista che non ha mai perso la curiosità per il meraviglioso mondo che lo circondava. L’incisore e grafico più famoso dei Paesi Bassi affascina grandi e piccini con i suoi universi immaginari, in cui illusione e incanto la fanno da padrone.

Illustrare lo sviluppo di Escher in quanto artista è uno degli obiettivi principali del museo: i lavori giovanili, in cui Escher esplorò il suo talento, consistono di dettagliate incisioni su legno raffiguranti persone e impareggiabili rappresentazioni della natura e dei paesaggi; nelle sue opere più mature, l’artista creò invece tassellature, metamorfosi e illusioni ottiche rivoluzionarie. Le sue stampe, giocose e incantevoli, sono da sempre una copiosa fonte di ispirazione per matematici, cineasti e architetti di tutto il mondo.

2
2

Impara a conoscere la vita e le opere di Escher nella nostra sala cinematografica, scopri quali erano i processi alla base delle sue straordinarie creazioni grafiche e tuffati nella sua storia, grazie a un’esperienza interattiva fatta di momenti importanti e fotografie.

Il maestro, il re, il mago

Ammira i celebri capolavori dell’artista, che coronano una carriera già di per sé straordinaria. Ad esempio, Giorno e notte (1938), in cui un tipico paesaggio rurale olandese si trasforma in uno stormo di uccelli. Oppure Relatività (1953), un classico senza tempo in cui sembrano coesistere molteplici realtà e l’artista sfida la gravità. E, ovviamente, il pezzo forte della sua produzione: l’imponente Metamorfosi III (1967-1968), opera di ben sette metri di lunghezza che rappresenta l’interpretazione ultima delle tematiche chiave dell’artista, ovvero l’eternità e l’infinito. Scopri Escher: maestro della metamorfosi, re dell’illusione ottica e mago delle stampe!

Esplora il mondo di Escher

Al secondo piano, potrai guardare il mondo con gli occhi di Escher grazie a un’esposizione interattiva. Sperimenta con la vista e il tatto, ed entra nel fantastico mondo dell’artista. Immergiti nelle sue illusioni e cresci o rimpiccolisci a dismisura in pochi secondi. Avvicinati all’immaginario di Escher realizzando una tassellatura o giocando con figure impossibili.

La sala Op-art mette alla prova i limiti del possibile: le opere sembrano muoversi, ma in realtà sono i tuoi movimenti a creare quest’illusione. Grazie alla magnifica installazione Langenfelder Lichtwand per Escher a Palazzo di Otto Piene, membro del collettivo artistico tedesco Zero, diventerai parte integrante di uno spettacolo creato dalla luce in continuo movimento. Sarà un’esperienza indimenticabile!

Visita un palazzo reale

La regina madre Emma (1858-1934) abitò e lavorò in questo edificio dal 1901 fino al suo decesso. Qui, inoltre, era solita ricevere familiari e ospiti ufficiali. Dopo la sua morte, queste sale furono utilizzate da altre tre regine: Guglielmina, Giuliana e Beatrice. Costruito ormai più di due secoli fa, il palazzo si trova nell’attuale quartiere museale dell’Aia, nel Lange Voorhout, uno dei viali più belli di tutta l’Olanda, ed è l’unico edificio pubblico cittadino in cui è ancora possibile immergersi in un’atmosfera regale.

Al suo interno è inoltre possibile ammirare lo straordinario parquet realizzato dall’artista minimalista americano Donald Judd e gli spettacolari lampadari di Hans van Bentem.